L’AFRICA DI FRONTE AL DILEMMA

Se il vaccino deve essere rifiutato, gli africani non vedono che è opportuno che i nostri leader, tutti come un solo uomo, prendano l’iniziativa? Penso che debba essere l’Africa nel suo insieme a farlo e questa linea deve essere adottata dall’Unione Africana. Invece sembra è che ognuno voglia farlo a modo suo.
Il rifiuto creerà una grande desolazione per i paesi che prenderanno  questa iniziativa in modo autonomo. Siamo consapevoli che Covid-19 è stato creato consapevolmente per fare del male: fino al raggiungimento di tale obiettivo, ogni nazione che cerchi di mettere i bastoni tra le ruote pagherà un prezzo pesante. I creatori di questo virus sono in grado di triplicare la dose e venire nottetempo nei paesi africani per inquinare l’atmosfera mentre voi siete distratti.

E dopo, la popolazione si rivolgerà ai suoi leader condannandoli per non aver accettato il vaccino, dimenticando che essa stessa, per essere stata contro il vaccino, è diventata un problema molto serio all’interno delle nazioni africane. I creatori di virus, che chiamo “piromani”, verranno questa volta come vigili del fuoco per meglio balcanizzare l’intero continente con il pretesto di porre fine alle guerre che saranno estese in tutti gli angoli, le guerre che loro stessi avevano orchestrato. Sappiate che sono determinati a far peggio di quanto possiate immaginare, faranno quello che vogliono e quando vogliono.

Il numero dei morti è già definito. Sono determinati a esaurire metà della popolazione mondiale. Vaccinare gli africani è sine qua non. Sì, i neri soffriranno. Un piccolo esempio: i franchi CFA continuano a circolare liberamente a spese di quattordici paesi, ma a beneficio della Francia, a causa del disaccordo tra i quattordici paesi consumatori: infatti, alcuni capi di governo sono per il boicottaggio della moneta francese, ma altri sono contrari e si inginocchieranno davanti al loro guru – la Francia – per rimanere al potere per sempre. I politici africani tra loro non hanno mai accettato di trovare un accordo, anche se i problemi colpiscono gli occhi della popolazione.

Sono d’accordo con Machiavelli, quando diceva: “per riformare una Repubblica bisogna ammazzare i capi corrotti  (Prima Deca di Tito Livio, 1531).

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.